Dietista: definizione, mansioni, stipendio e come diventarci

Il dietista è un operatore sanitario che si occupa di tutte le attività che hanno come fine la giusta applicazione dell’alimentazione e di tutto ciò che è legato alla nutrizione. Il compito del dietista è infatti quello di promuovere la salute, di tutelare l’aspetto igienico sanitario del servizio alimentare.

Altro aspetto importante è il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare pianificando quindi la composizione dei pasti per garantire i bisogni nutrizionali dell’organismo di tutta la popolazione mondiale. Inoltre organizza attività finalizzate all’educazione e alla condivisione dei principi alimentari corretti in modo tale da favorire una buona condizione di salute del singolo individuo, ma anche di tutta la popolazione.

L’ambiente e le organizzazioni in cui lavora il dietista

Il dietista può lavorare sia in luoghi pubblici che privati: infatti è possibile ritrovare questa figura nell’area amministrativa, quali i servizi di ristorazione pubblica come le mense comunitarie, aziendali e scolastiche, nell’area clinica e della salute pubblica, tra cui le università, gli istituti di ricerca, ma anche cliniche di riabilitazione, gli enti nazionali che si occupano delle norme e delle leggi relative alle politiche alimentari. La professione del dietista è inoltre molto importante anche nei luoghi di formazione educativa come le scuole ed i consultori e nei centri fitness e sportivi.
Per quanto riguarda l’area amministrativa deve garantire l’apporto nutrizionale adeguato al corretto mantenimento dell’organismo dell’individuo, sia che esso sia sano o malato.

Parlando invece dell’area clinica bisogna precisare che la funzione principale del dietista è quella di favorire il ripristino della salute della persona occupandosi della pianificazione, dello studio e della valutare di un piano alimentare adeguato all’individuo.
Infine il compito del dietista nell’ambito della salute pubblica è quello di educare alla promozione della salute inducendo così la popolazione mondiale a compiere determinate scelte alimentari in modo tale da ridurre il rischio dell’insorgere di patologie e gravi malattie legate ad una scorretta alimentazione.

Quanto guadagna il dietista e quale titolo di studio è necessario per svolgere queste professione?

Per poter svolgere la professione di dietista è fondamentale conseguire la laurea triennale in “dietistica”, uno degli ambiti delle professioni sanitarie. Per poter accedere a questo corso di studi è necessario superare un test di ammissione in quanto è una facoltà a numero programmato.
Per migliorare il proprio percorso di apprendimento dopo il conseguimento della laurea è consigliato seguire dei corsi di formazione come la laurea magistrale in scienze degli alimenti e della nutrizione umana, ma anche delle scienze delle professioni sanitarie tecnico-assistenziali; in seguito al conseguimento della laurea magistrale è possibile anche studiare per il Master di primo livello per quanto riguarda il coordinamento delle professioni sanitarie oppure il Master di secondo livello.

Inoltre si consiglia l’iscrizione all’Associazione Nazionale Dietisti per poter organizzare attività in collaborazione con il Ministero della salute e altri organi ed istituzioni deputati all’ambito sanitario.
Solitamente un dietista guadagna circa 1650 euro netti al mese, ma è anche possibile ottenere uno stipendio di 2600 euro ogni mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.